75% completamento del nuovo sito

The X False

The X False






  3684     Fantascienza     1998     11'  


Fattoria Kellogs, Kentucky meridionale. Una strana luce invade questa tranquilla realtà contadina. Su questo ed misteriose sparizioni di contadini della zona, indagheranno i due agenti speciali FBI Fux Molter e Diana Scardy. E quello che troveranno sarà davvero ''paranormale''.

Curiosità
  • Primo cortometraggio scritto e diretto a quattro mani da Ettore e Paolo.
  • L'idea di partenza prevedeva un film decisamente più lungo e con un maggior numero di personaggi.
  • Il progetto venne abbandonato per diversi mesi a causa di alcune vicissitudini e poi ripreso e terminato in breve tempo.
  • E' il film con il minor numero di personaggi (solo quattro!)
  • I due assistenti presenti sul set (Maurizio e Luca) valsero più come elementi di disturbo che come aiuto in scena.
  • In questo film, più che gli effetti speciali, sono stati i trucchi facciali (semplici ma efficaci) a farla da padrone.
  • Diario delle riprese
    Anche la più famosa serie horror-fantascientifica degli ultimi anni non sfugge alla nostra attenzione subendo l’inevitabile rilettura demenziale. La vicenda che ne deriva è breve, dal fiato corto, non senza magari qualche brivido. A vestire i panni dei due acuti agenti federali sono Ettore ( Fux Molter) e Sandra (Diana Scardy) che dovranno indagare su una serie di misteriose sparizioni nei pressi della fattoria del signor Kellogs. La fattoria in questione, con il consueto sforzo di immaginazione (sia nostro che del pubblico) è in realtà la casa di Sandra ad Agropoli, la stessa vista nel prologo di “Ailanter”. Freschi del recente successo ottenuto con quest’ultimo, senza riposarci sugli allori, in un fine settimana di dicembre ci rechiamo sul luogo con in mano una sceneggiatura scritta solo in parte, e che verrà addirittura completata la sera, prima di andare a letto. La troupe è composta dai quattro attori (Ettore, Sandra, Paolo, Francesco) e da Maurizio e Luca il cui ruolo sarebbe dovuto essere di assistenti di scena. Le riprese vengono effettuate sfruttando ogni momento delle due giornate a disposizione compresa la sera per la scena d’apertura. Punto di forza del film è sicuramente il make-up speciale: il pallore cadaverico di Paolo, ossia il signor Kellogs posseduto dall’alieno, ed il trucco dell’alieno stesso interpretato da Francesco. Ciò ha fatto si che utilizzassimo una volta per tutte un kit di trucchi orrorifici acquistata diverso tempo addietro ed utilizzata scarsamente solo in Ailanter. Lo stoicismo di questi due attori merita una menzione d’onore: Paolo è rimasto per quasi tutta la giornata truccato come uno zombie spaventando ( di proposito ) una tranquilla signora per la strada, mentre Francesco per interpretare l’alieno viscido è stato costretto a recitare all’aria aperta con addosso un maglioncino leggero ed una esigua calzamaglia, peraltro senza scarpe, non contando inoltre il fastidioso trucco (una cuffia-calotta, e due mezze palline da ping pong come occhi!) Vi sono infine due importanti precisazioni da fare in merito a questo pezzo della nostra storia: la prima riguarda il fatto che esso è stato il primo film ad essere stato scritto e diretto a quattro mani da Ettore e Paolo che si sono divisi il lavoro al 50%. La seconda riguarda la storia che in origine sarebbe dovuta essere più ampia e che avrebbe mostrato anche altri personaggi ricavati dalla serie originale come Skinner, “L’uomo che fuma”, e l’informatore. Purtroppo però alcuni spiacevoli inconvenienti interpersonali gettarono un po’ di malumore all’interno del gruppo ed il progetto X False finì per arenarsi. Dopo un po’ di tempo, smaltita la sbornia, Ettore e Paolo decisero di riprendere in mano la loro creatura; le riprese effettuate infatti erano sufficienti per una storia completa mentre gli unici pezzi mancanti ed indispensabili ( la scena dei cadaveri in cantina e quella finale con Molter al computer ) potevano facilmente essere inseriti: la prima, contrariamente al progetto iniziale, ci vide costretti ad estrapolarla da un film famoso, mentre la seconda, data la sua semplicità non ci occupò che il tempo stesso della sua durata. Fummo subito concordi nel giudicare il risultato sicuramente migliore del progetto iniziale che sarebbe stato forse troppo lungo e didascalico. Quando si dice che non tutti i mali vengono per nuocere!


    Oggetti di scena
    Eventi di proiezione
    Comune di Napoli - Centro Culturale S. Sofia - Assessorato alla dignità
    Video
    user image Anonimo 12 anni fa

    by birdder di ddwatching-xphilescorner.blogspot.com [...]un gruppo di nostri nuovi amici, che nel 1998 hanno realizzato una splendida parodia di X-Files.A loro va tutta la nostra ammirazione per la creatività,l'impegno e la tenacia dimostrati nel corso di tutti questi anni di attività. Complimenti!

    user image


    Ultimi 4 iscritti

      Utime produzioni
    Quei bravi fakers E intanto sul web impazzano le fake news...

    La prossima notte Un salto in un giorno del futuro prossimo. E il destino dell'umanità si giocherà...

    MO A CASA TE NE STAI Un nuovo DPCM, nuove restrizioni, nuove zone rosse. Eppure tutto questo si potev...

    Via col modulo Zona rossa zona gialla... ma per uscire c'è solo un modo!...

    Covid Chronicles Sinossi qui......

      Ultime news
    10 Domande ad un doppiatore La 3dproduction é ormai da 25 anni impegnata a diffondere cu...

    LA VOCE GIUSTA Ecco un breve tutorial per amatoriali a cura di Dario Brugno...

    COMUNICATO STAMPA Riceviamo e pubblichiamo da Modena Nerd SABATO 14 E DOMEN...

    STRAMBO Il personaggio di Strambo, il secondo per longevità filmica ...

    IL COLONNELLO XYZ Uno dei personaggi più longevi della 3dproduction è il col. ...