75% completamento del nuovo sito

L`invasione degli Ultrapolpi

L`invasione degli Ultrapolpi






  1949     Fantascienza     2014     10'  


Un meteorite caduto in un lago presso una tranquilla cittadina porta con sé un orribile minaccia: un'orda di terrificanti polipi spaziali pronti a sterminare la razza umana. I pochi sopravvissuti tentano una disperata resistenza.

Curiosità
  • Per la prima volta viene messo in scena un soggetto totalmente originale.
  • Nonostante gli ultrapolpi siano stati realizzati al computer sotto forma di cartoni animati, per una maggiore interazione con gli attori vennero realizzati dei tentacoli utilizzando fogli di giornale arrotolati e riempiti di carta, rivestiti poi con carta crespa di colore rosa ed infine avvolti nel nastro adesivo trasparente, sia per tenere insieme il tutto che per conferire loro una sorta di viscida lucentezza.
  • Lo stesso approccio artigianale é stato usato per le tavole di legno inchiodate alle finestre, in realtà cartoni rivestiti di carta adesiva finto legno.
  • Diario delle riprese
    {http://www.3dproduction.it/produzione/lavori/fotoscena/foto17_ettore001.jpg»L'evento 2012 vede la 3dproduction ripescare una location già usata in passato: la comodissima ed efficientissima casa di preghiera di Siccomonte a Fidenza, che fece da scenario al fortunato action movie "Arma micidiale". Il programma di tale evento risulta abbastanza pieno prevedendo, in maniera in verità troppo azzardata, la lavorazione di due cortometraggi più degli inserti relativi a "Sfiga da New York". A conti fatti il tempo sarà davvero troppo poco (neanche un giorno e mezzo) per mantere fede a tale mole di lavoro ed uno dei due cortometraggi verrà accantonato per il futuro! In ogni caso, per ottimizzare al massimo i tempi, si decide soggiornare alla casa già dalla sera di venerdì 18 maggio. Ettore, preso accordi con il responsabile, apre quindi la struttura con Antonietta e Diego e resta in attesa dell'arrivo, alla stazione di Fidenza, del gruppo proveniente da Napoli: Paolo, Loredana, Antonio e la sua ragazza, nonché new entry, Angela. Dopo l'arrivo in tarda serata c'é comunque (anzi lo si trova nonostante la stanchezza) abbastanza tempo per sistemarsi, cenare, e fare programmi per l'indomani quando arriverà il resto della troupe. {http://www.3dproduction.it/produzione/lavori/oggettiscena/oggetto17_ettore002.jpg}19 MAGGIO La mattina dopo ci si sveglia abbastanza di buon ora e ci si mette all'opera con quello che é il progetto principale dell'evento: "L'invasione degli ultrapolpi". Non essendo ancora arrivati tutti i partecipanti all'evento, si inizia con le scene che vedono impegnati i presenti e quindi si parte proprio con la scena d'apertura che vede Ettore e Diego che si improvvisano "pescatori" affacciandosi dalla collinetta su cui é situata la struttura che ci ospita. Il piccolo Diego é perfettamente nella parte e le riprese vanno lisce come l'olio. Nel frattempo giungono Maurizio e Viviana, la cui ultima presenza sul set risale proprio ad "Arma micidiale".{http://www.3dproduction.it/produzione/lavori/fotoscena/foto17_ettore002.jpg» Dopo una doverosa pausa per accogliere i nuovi arrivati ed aiutarli, altrettanto doverosamente, a scaricare i bagagli e le provviste che si sono amorevolmente prodigati di portare, ci si rimette all'opera con la scena dei due fidanzatini in auto. Per l'occasione, dato che il protagonista maschile della scena era Antonio, ci si è dati da fare per convincere la riluttante Angela a vincere la propria timidezza ed a fare il suo debutto davanti la videocamera. La nostra nuova amica non ha certo deluso le aspettative rendendo alla perfezione il ruolo di pudica giovincella che respinge le avance (fin troppo realistiche per la verità) del suo focoso boyfriend. Ciliegina sulla torta della sua ottima interpretazione, l'agghiacciante urlo di terrore degno dei migliori film horror di sempre! In chiusura di questa sessione si porta in scena il nostro ormai immancabile telone verde disponendolo a terra e facendovi sdraiare il buon Antonio per una sequenza che promette brividi! Quando le cose sembrano essere partite nel migliore dei modi, ecco che arrivano i primi patemi d'animo: Roberto e Veronica, contattati da Ettore, annunciano di aver perso il treno e di dover aspettare il successivo che li porterà a destinazione ben oltre l'ora di pranzo! Nonostante ciò, e fiduciosi che sia un'intoppo di poco conto, la troupe si rimette all'opera allestendo il telone del cromakey. Anziché montare la consueta intelaiatura, si preferisce stavolta usare solo uno dei tubolari appoggiandolo orizzontalmente agli stipiti delle finestre lungo la parete esterna della struttura, congiungendo i lembi usando semplici mollette. {http://www.3dproduction.it/produzione/lavori/fotoscena/foto17_paolo003.jpg}Eseguita l'operazione si ricomincia a girare passando alla scena del laboratorio da campo che vede protagonisti Maurizio e Viviana vestiti con le larghissime tute bianche già utilizzate e rese famose per i marziani di "Mars s'attack!". A popolare maggiormente la scena, addobbati allo stesso modo, un gruppo di comparse tra cui Loredana, clamosorsamente tornata davanti l'obiettivo dopo una volontaria assenza che durava dal lontano 2000, quando debuttò nel primo "Strambo". {http://www.3dproduction.it/produzione/lavori/fotoscena/foto17_ettore012.jpg»Nell'attesa e, soprattutto, nella speranza che Roberto e Veronica non tardino, si prosegue con le riprese e si mette mano ad una scena piuttosto breve da girarsi in interno: quella dello speaker radiofonico. Il candidato migliore, quello con la verve più adatta al ruolo, non può che essere Maurizio che, semicamuffato con una parrucca bionda e seduto ad un tavolo, esegue il monologo alla perfezione, soddisfacendo appieno le aspettative. Si giunge così all'ora di pranzo durante il quale arriva la tanto attesa telefonata di Roberto che ci avvisa del loro imminente arrivo alla stazione! Maurizio, Ettore e Paolo salgono quindi in auto e si fiondano a prendere l'attesissima coppia romana! Dopo pranzo ci si dedica alla fabbricazione dei suggestivi effetti speciali artigianali, ovvero al confezionamento di due bizzarri tentacoli adoperando nulla più che fogli di giornale arrotolati a mò di cartocci, rivestiti di carta crespa rosa e rinforzati con del nastro adesivo trasparente che oltretutto conferisce loro anche una certa viscida lucentezza. {http://www.3dproduction.it/produzione/lavori/fotoscena/foto17_paolo020.jpg}A questi suggestivi oggetti di scena si aggiungono le "assi di legno" che serviranno per la scena dell'assedio, realizzate con larghe strisce di cartone rivestite con carta adesiva. {http://www.3dproduction.it/produzione/lavori/fotoscena/foto17_paolo027.jpg» Dopo aver lasciato a Roberto il tempo di rilassarsi dopo il lungo viaggio, lo si coinvolge "spietatamente" nel resto delle riprese, il 90% delle quali lo vede coinvolto come protagonista. Si comincia infatti con la scena dell'ufficio dello sceriffo il quale viene suggerito dalla stessa scarna scrivania alla quale Maurizio si è seduto per la scena dello speaker. Partner di Roberto é Antonio che, come lui, é vestito con una camicia bianca con cravatta nera e mostrine spudoratamente finte! I due interpreti offrono un'ottima performance, ripetendo più volte le loro battute più per le normali esigenze di montaggio che per lapsus ed errori vari. Dopo questa sessione di "riscaldamento" si passa alle scene più impegnative ossia quelle corali che vedono impegnati quasi tutti i membri del cast. La prima scena é quella ambientata nell'auto dello sceriffo, relativamente semplice in quanto girata a videocamera fissa poggiata sul cruscotto ed eseguita con un unico ciak dato che la stessa sceneggiatura consente agli interpreti di avere abbastanza libertà nello gestire i tempi tra le varie gag che compongono la sequenza. Un piccolo momento di tensione, ma a posteriori anche piuttosto divertente, é stato quando Diego, ad un errore di papà Ettore, ha iniziato a spazientirsi. Terminata la sequenza l'intero gruppo si sposta nella cucina della casa per la scena dell'assedio alla tavola calda, dove si aggiunge Veronica nelle vesti, o meglio nel grembiule, della locandiera Betty. La scena é sì la più impegnativa dell'intero cortometraggio, ma é risultata essere anche quella più fertile di idee improvvisate e di divertimento per tutto la troupe, oltre che di grande soddisfazione per l'ottima riuscita. Senza concedersi pause, anche perchè tutt'altro che stanchi, ci si adopera subito per completare la scena con i fondamentali inserti dei tentacoli che tentano di penetrare attraverso la finestra. Per realizzare questa sequenza però é stato necessario spostarsi nel refettorio in quanto la finestra della cucina impediva, a causa della rete anti zanzare, l'inserimento dei tentacoli dall'esterno attraverso le sbarre e le finte assi di legno. {http://www.3dproduction.it/produzione/lavori/fotoscena/foto17_paolo032.jpg}Lavorando lavorando si arriva all'ora di cena e, nonostante il piatto sia praticamente pronto per essere messo a tavola, non si rinuncia a continuare le riprese realizzando la scena finale che mostra gli eroi vittoriosi seduti a tavola a festeggiare... il tutto con le cambusiere che sacramentavano dietro la porta della cucina! Neanche il tempo di digerire che si riprende in mano la videocamera per un breve inserto precedente la scena della tavolata: Veronica ed Antonio che tentavano di chiudere suddetto frigorifero straripante di tentacoli divenuti squisite provviste. Il dopo cena, che concede ancora abbastanza luce, viene impiegato per chiudere le riprese con la scena del nerd braccato dai teppisti. Sceneggiatura vuole che tale scena sia ambientata in un vicolo cieco e quale location più ideale di quella utilizzata per l'incipit di "Arma micidiale"?! Ci si reca quindi al terrazzino al primo piano e, oltre Paolo nel ruolo del nerd, improvvisati teppisti sono Ettore, Viviana e Maurizio; quest'ultimo da prova di ammirevole stoicismo sfidando la crescente umidità serale, indossando solo un gilet smanicato sul torso nudo! {http://www.3dproduction.it/produzione/lavori/fotoscena/foto17_paolo035.jpg»Terminata anche questa sessione si decide di utilizzare i tre personaggi dei teppisti anche per alcuni necessari inserti drammatici e quindi ci si reca presso il telone del croma-key dove vengono improvvisate delle brevi sequenze dei tre alle prese con gli "orridi" tentacoli rosa. Terminate con successo e a tempo di record tutti gli impegni in programma, almeno per il cortometraggio principale, la troupe può tranquillamente rilassarsi con la ormai consueta proiezione in anteprima dell'ultimo lavoro di prossima uscita, che quest'anno é "Sbatman", con relativi contenuti extra naturalmente. {http://www.3dproduction.it/produzione/lavori/fotoscena/foto17_paolo039.jpg} A questo fa seguito la votazione per il Premio O'scars 2012 che vede vincitori Francesco e Roberto, rispettivamente miglior protagonista e non protagonista. Inoltre, a grande richiesta di tutta la compagnia, vengono visionate tutte le riprese effettuate durante la giornata, con grande divertimento, compiacimento e qualche piccola giusta e utile critica. Staccanovisti fino allo stremo delle forze, Ettore e Paolo, mentre gli altri sono quasi tutti in branda, realizzato un breve inserto che vede Ettore entrare in cucina e guardare compiaciuto verso il frigo, spezzone questo da montare alla ripresa con Antonio e Veronica fatta subito dopo cena. 20 MAGGIO L'indomani mattina, nel poco tempo a disposizione prima della partenza del gruppo napoletano, ci si adopera al meglio per la realizzazione degli inserti per "Sfiga da New York". Il primo inserto é quello per la scena del lancio di Jena col paracadute per la quale erano necessarie varie inquadrature di delinquenti armati che, dai tetti degli edifici, tentano di crivellavarlo di colpi. Il set scelto è nuovamente il terrazzino al primo piano, precisamente dal lato che affaccia sul piazzale della casa. Il secondo inserto invece é in sostituzione di una ripresa già effettuta ma in maniera purtroppo del tutto insoddisfacente: quella degli "uomini-sacchetta". Per realizzarla ci si sposta presso una struttura in costruzione vicino la casa dove uno scarno muro di mattoni é l'ideale sfondo per la sequenza dove gli inquietanti personaggi tallonano l'ignaro Jena. A questa vanno ad aggiungersi le varie inquadrature degli uomini-sacchetta che spuntano dagli angoli e dai vicoli e quella in cui vengono dispersi dal lancio della molotov. Doverosa mensione per Maurizio che ha procurato i sacchettoni che, tra le tante cose da preparare, ci si era dimenticati di comprare! Prima della chiusura ufficiale dell'evento, l'obbligatoria foto di gruppo organizzata quasi simbolicamente, ma non di proposito, nel posto dove é stata effettuata la prima ripresa e che quindi ha dato il via ai lavori di quest'ennesimo e come sempre riuscito evento 3d! 8 GIUGNO 2013 Sabato 8 giugno, la seconda unità napoletana si é messa all'opera per la realizzazione delle scene mancanti al cortometraggio "L'invasione degli ultrapolpi" in quel di Monteruscello. Due erano le scene in cantiere, la 4 e la 6... quest'ultima però, per quanto breve, ha dovuto essere rinviata per ragioni di tempo. La scena 4 vede protagoniste Anna, Titti e Rosaria alle prese con un'automobile malauguratamente ferma sul ciglio di una strada statale. Inutile dire che tale ambientazione é stata "suggerita" in una location completamente diversa, alla quale soltanto il solito sapiente lavoro in post produzione darà la giusta credibilità. Ciò premesso, la suddetta location é stata ricreata nel cortile condominiale di casa Graffi/Peluso, in un area abbastanza in ombra da permettere riprese non eccessivamente luminose, considerata l'ambientazione notturna della sequenza; ciò purtroppo ha fatto sì che si dovesse rinunciare ad un angolo che, in buona parte, era decisamente più pertinente allo scenario immaginato per la scena. Nonostante questi limiti l'intera troupe ha dato il meglio di sè, soprattutto le tre interpreti perfettamente in parte, nel poco tempo a disposizione, portando a casa ottime riprese, a cura di Paolo, ed un'altrettanto ottimo reportage di backstage curato da Adriano con la sua fotocamera, molto utile anche per aver fornito buonissimi primi piani da utilizzare nel montaggio definitivo. 19 OTTOBRE 2013 Sabato 19 ottobre in quel di Monteruscello, nel cortile di casa Graffi/Peluso (la stessa location usata per la scena delle ragazze con l'auto ferma), sono stati effettuati gli inserti riguardanti il personaggio del prete per "L'invasione degli Ultrapolpi"! Ad Adriano l'onore di interpretare questo personaggio, smettendo per una volta gli abiti militareschi in favore di quelli talari o presunti tali, con tanto di breviario in mano. Giusto cinque inquadrature nelle quali il nostro "sacerdote" da davvero il meglio di se, nonostante sia costretto a bisbigliare le proprie "urlate" battute, visto il luogo e soprattutto l'orario post-prandiale! Sarà sua cura, in sede di doppiaggio, dare la giusta intonazione alle deliranti declamazioni del suo personaggio! Una simpaticissima particina l'ha avuta anche il piccolo Claudio nel ruolo appunto di un bambino che, armato di due pistoline ad acqua, infierisce sul cadavere di un "ultrapolpo", da inserirsi ovviamente in post produzione!


    Oggetti di scena
    Video
    user image ettore 6 anni fa

    Grazie maria, continua a seguirci...

    user image Anonimo 6 anni fa

    Ettore!!! davvero forte, le battute non sono chiarissime purtroppo, alcune non sono riuscita a capirle se non dopo tre ascolti. Geniale introdurre le tre generazioni DiG e forte la battutona finale! Sempre meglio, bravi! Maria

    user image ettore 6 anni fa

    Accorrete accorrete

    user image ettore 8 anni fa

    E anche questa, se non é proprio andata, almeno é iniziata!

    user image


    Ultimi 4 iscritti

      Utime produzioni
    Quei bravi fakers E intanto sul web impazzano le fake news...

    La prossima notte Un salto in un giorno del futuro prossimo. E il destino dell'umanità si giocherà...

    MO A CASA TE NE STAI Un nuovo DPCM, nuove restrizioni, nuove zone rosse. Eppure tutto questo si potev...

    Via col modulo Zona rossa zona gialla... ma per uscire c'è solo un modo!...

    Covid Chronicles Sinossi qui......

      Ultime news
    10 Domande ad un doppiatore La 3dproduction é ormai da 25 anni impegnata a diffondere cu...

    LA VOCE GIUSTA Ecco un breve tutorial per amatoriali a cura di Dario Brugno...

    COMUNICATO STAMPA Riceviamo e pubblichiamo da Modena Nerd SABATO 14 E DOMEN...

    STRAMBO Il personaggio di Strambo, il secondo per longevità filmica ...

    IL COLONNELLO XYZ Uno dei personaggi più longevi della 3dproduction è il col. ...