Brocky

Brocky






  5126     Commedia     2009     22'  


Ivan Mondragon, campione imbattuto di tutte le Russie, sfida il mondo occidentale alla vana ricerca di pane per i suoi denti. Risponderà al suo appello l'improbabile Brocky, l'uomo sbagliato nel posto sbagliato al momento sbagliato...

Curiosità
  • E' il primo film a tema sportivo e uno dei rari in cui non vi siano armi da fuoco e sparatorie.
  • Per la prima volta si effettuano lunghe riprese in esterni cittadini.
  • L'uso del croma-key, in questo film più che in altri, è determinante: senza l'uso del telone sarebbe impensabile l'intera scena del match.
  • Le semplici nozioni di pionieristica hanno reso possibile la realizzazione del più fantasioso ring mai esistito!
  • Per la scena del match, non esistendo un copione ben definito, ci si è dati alla quasi totale improvvisazione.
  • L'ulteriore handicap di questo film è stata la scarsità di necessarie comparse.
  • Diario delle riprese
    Ed anche quest’anno il consueto appuntamento per il grande rendez-vouz della 3D Production è immancabilmente giunto, nonostante le più o meno lunghe distanze che separano i suoi componenti. Il luogo scelto per le riprese è anche quest’anno nel parmense ed è un casolare a Neviano de Rossi, frazione di Fornovo Taro. Per due giorni esso sarà l’ombelico del mondo 3D, mondo che ormai si estende fino a quel di Milano, da cui convergono Maurizio (vecchia gloria 3D) e Viviana (da poco contagiata dalla nostra follia). Da Roma sale la coppia dell’anno Rossella e Cosimo che, insieme al loro amico Roberto, una new entry di quest’anno, sono ospiti di Ettore già dal venerdì sera dopo un lungo viaggio in auto. In auto viaggia anche il primo gruppo da Napoli ossia Dimitri, il suo amico Umberto (altra new entry) ed Anna, diretti però a Firenze da Adriano da cui pernotteranno per muoversi l’indomani per Fornovo. Il secondo gruppo formato da me, Loredana e la star del film Antonio, opta per un tranquillo e più o meno riposante viaggio in treno, vagone cuccette. L’indomani mattina arriviamo a Parma e, come promesso, Ettore viene a prenderci alla stazione per portarci alla sua nuova casa. Lì incontriamo, oltre naturalmente Tonia e il piccolo Diego, anche Cosimo, Rossella e Roberto giunti, come già detto, la sera prima. Ci concediamo un bel pò di tempo per fare colazione, in modo da dare al “gruppo di Firenze” il tempo di arrivare al punto d’incontro, ossia la stazione di Fornovo e poi, quando siamo tutti pronti, carichiamo le tre auto di tutto l’occorrente e ci rechiamo al luogo dell’appuntamento. Le prime palpitazioni arrivano quando Ettore riceve la telefonata di Maurizio che, arrivato con Viviana sul luogo, vi ha trovato ad attenderci il responsabile del casolare alquanto accigliato per il nostro ritardo. Giunto finalmente Adriano, dopo milleuna imprecazioni di Ettore, ci avviamo a destinazione. Giunti alla casa vi troviamo per l'appunto Maurizio, Viviana ed il responsabile che elargisce uno sterile cazziatone al povero Ettore. Dopo la necessaria sistemazione ed organizzazione, noi maschietti insieme ad Anna, addetta alle riprese del backstage, scendiamo in paese per le sequenze dell’allenamento di Brocky nelle strade della cittadina. Antonio, agghindato con una tuta fuori stagione, non si risparmia in corse ed esercizi ginnici incurante di eventuali occhi indiscreti, occhi che a quanto sembra sono altrettanto incuranti di lui e di tutta la nostra troupe. Tornati al casolare utilizziamo il tempo rimastoci prima del pranzo per girare altri inserti dell’allenamento in cui faccio la mia comparsa nel ruolo di Micky, il vecchio allenatore. Giunta l’ora di mettere mano a forchetta e coltello, posiamo la videocamera per goderci la bella tavolata e la reciproca compagnia. Dopo pranzo, tanto per digerire ci si mette a montare il telone verde per il croma-key, telone che quest’anno dispone di un nuovo telaio tubolare in plastica. Fatto ciò iniziamo la lunga trance di riprese fino all’ora di cena. La prima scena che giriamo è quella del botteghino delle scommesse, con Maurizio che, con parrucca riccia (la solita barba cambiata di ruolo) e cappellino, interpreta il bookmaker mentre Dimitri e Umberto sono due scommettitori che, in fila, precedono Adriano. L’unico fattore triste di questo film è il “riciclare” gli stessi attori in più parti, specie di comparsa, per sopperire alla povertà del cast. Gli stessi Dimitri e Umberto saranno infatti, nella successiva ripresa, i due sgherri che accompagnano l’esattore Roberto. L’amico di Cosimo infatti debutterà con un ruolo piuttosto di spessore, caratterizzandolo con un marcato (ed azzeccatissimo) accento romanesco. Senza perdere tempo attrezziamo il “set” per le due scene delle conferenze stampa con una lunga tavolata, il telone verde sullo sfondo, due (o tre) file di sedie per i giornalisti, e per finire i due gioielli creati da Adriano, ossia le due telecamere realizzate con scatole da scarpe, rotoli di carta igienica, colla, vernice spray e tanta pazienza. Portate a termine anche queste riprese non resta che approntare il set per la scena clou: il match tra Brocky e Mondragon. Con i nostri insuperabili mezzi (fantasia ed arte dell’arrangiarsi) realizziamo il ring dove si svolgerà il cruento incontro. La sua peculiarità principale sta nel fatto di essere in realtà solo uno dei quattro angoli, realizzato con un’asta avvolta da due stuoini e fissata, con delle corde, da un lato ad una colonna e dall’altro ad una delle sbarre della finestra. Sullo sfondo l’ormai immancabile telone che risolverà in buona parte la situazione in fase di post produzione.
    Le riprese dell’incontro si rivelano delirio allo stato puro; niente è stato scritto e qualche idea balena nelle nostre teste, per cui ci si dà all’improvvisazione quasi totale, senza talaltro curarci dei rumori di sottofondo visto il carattere che assumerà la scena nel montaggio definitivo.
    Giunti ormai a tarda serata, andiamo a dormire con la soddisfazione di aver portato a termine il 90% delle riprese previste. L’indomani mattina freschi riposati (si fa per dire), dopo fatto colazione ed esserci preparati, ci dedichiamo alle restanti riprese. Incominciamo con le ultime sequenze in cromakey: l’allenamento di Ivan Mondragon, che vede coinvolti Cosimo, Dimitri ed Anna ed alcuni inserti con il pubblico presente all’incontro dove spicca l’interpretazione della disperata (e subito consolata) Tonia/Floriana; dopodiché il telone verde, svolto egregiamente il suo compito, viene smontato e messo a riposo in attesa delle imprese future. Le restanti riprese vedono impegnati Antonio e Tonia nelle due scene degli incontri romantici tra i due innamorati Brocky e Floriana; scene tutte dialoghi che non necessitano di particolari accorgimenti tecnici. Si conclude questa due giorni con altri importanti inserti inerenti gli estenuanti allenamenti di Brocky: dalle improbabili flessioni, realizzate con Antonio in piedi di fronte un muro, al più improbabile traino dell’auto, che stigmatizza una volta su tutte l’abnegazione e lo stoicismo di Antonio.
    Prima che Maurizio e Viviana partano anzitempo per Milano, c’è il tempo per una bella foto di gruppo con cappellino 3D che, insieme al porta tesserino, è stato il gadget quest’anno per i soli soci Gold. Terminata la pulizia e sistemazione delle stanze, iniziata diligentemente da chi non era impegnato nelle riprese, ci sediamo a tavola per un panino. Poi, un pò mestamente, iniziamo i preparativi per le rispettive partenze, comunque consapevoli che, finché ci sarà la voglia di stare insieme, divertirsi e creare qualcosa, anche se non originale, ma unico perché nostro, sarà difficile porre la parola fine a questa esperienza che si rinnova di anno in anno.


    Oggetti di scena
    Eventi di proiezione
    News
    ettore
    10 years ago


    ettore
    11 years ago


    ettore
    12 years ago


    Video
    user image ettore

    Microsoft VBScript runtime error '800a000d'

    Type mismatch: 'cint'

    /sito/commentigallery.asp, line 33