STRAMBO

ettore 24/08/2019 16:08:23 News
img

Il personaggio di Strambo, il secondo per longevità filmica nella nostra produzione, nasce come omaggio e parodia al mitico eroe solitario John J. Rambo, portato sullo schermo da Sylvester Stallone negli anni 80 e reso leggendario.

Sfruttando il fisico atletico del nostro Stefano Laperchia e ironizzando sul concetto di eroe per caso (e un pò suonato) Strambo affronta nella sua prima avventura un terrorista sudamericano che ha rapito l'ambasciatore americano in ''Strambo'' (2000)

Facendo il verso all'incipit di Rambo II, il nostro Strambo ritorna dopo la prigionia in un campo di lavori forzati in ''Strambo II'' (2003) e stavolta per sconfiggere un terrorista mediorientale, di chiara ispirazione al famigerato Bin Laden. E per la prima volta sarà affiancato da un comprimario nelle sue balorde disavventure, MacAntosh Paolo D'Alessandro. Complice dal videoorologio Adriano Graffi con il suo Col. XYZ già apparso nel primo episodio della saga.

E copiando l'introduzione da Rambo III, il nostro ''Strambo III'' (2007) vede l'eroe ritirato a vita monastica che subito interrompe per salvare il suo amico e mentore Col. XYZ rapito da un folle tecnocrate dell'estremo oriente.

Stefano Laperchia riesce a donare al personaggio quell'aria dinoccolata e spaesata, un perfetto Forest Gump action che non si accorge di cosa accade intorno a lui, dove qualche colpo di fortuna e tanta inettitudine dei villain che lo affrontano fanno si che le sue avventure finiscano per il meglio, anche se solo per lui.
Insomma, Strambo, di nome e di fatto, è l'eroe per caso, nelle cui avventure tutti fanno a gara per dare il peggio di se stessi facendo il suo gioco. E forse, il dilemma se Strambo ''ci è o ci fa'' non verrai mai sciolto.

Related Post