IL FESTIVAL DI VENEZIA SECONDO LA 3DPRODUCTION

adriano 07/10/2016 News
img

Ciao Ettore,
quest’anno la 3dproduction è stata presente ufficialmente nel programma degli eventi nell’ambito del Festival di Venezia 2016. Occasione che ha visto te come protagonista.

A che tipo di evento abbiamo partecipato?
Allo spazio FEDIC, Hotel Excelsior di Venezia Lido, nell’ambito della 73esima edizione del Festival del cinema di Venezia

Come ci siamo arrivati?
Su invito diretto della Fedic, nella persona di Paolo Micalizzi di Ferrara, giornalista esperto di cinema.

In quali vesti abbiamo partecipato?
In veste di esperti di videomaker selfmade, ossia coloro che i video li fanno da soli dalla a alla z. Attenzione: da soli non vuol dire in solitaria, ma senza l’aiuto di sponsor, enti e autorità.

Ci fai un sunto degli argomenti trattati?
Ho raccontato la passione alla base della nostra attività, la molla che ci spinge e le fasi della lavorazione. E per ognuna di esse, la modalità in cui in genere la svolgiamo

Come ti è sembrata l’accoglienza?
Calorosissima! Paolo Micalizzi ha riservato un’accoglienza attenta e premurosa. Siamo stati invitati come esperti; la mia attività, in particolare, è stata definita “significativa”

Impressioni su questo tipo di esperienza?
Fantastica! Da fare! Quando fai una cosa per troppo tempo o accetti e prepari un momento in cui la condividi, la racconti ad altri e la palesi a chi ha la tua stessa passione, o vuol dire che il tuo percorso non prevede crescita, evoluzione ed autorevolezza (ed autorialità). E se ciò non accade non potrà affascinare ed includere nuove generazioni, esaurendosi con te. Diventa un tuo capriccio.

Ultimamente c’è stato qualche altro riconoscimento riconducibile? (riferimento alla rivista ciak)
Tre pubblicazioni, su CIAK DAILY, VENEZIA NEWS e sul catalogo FEDIC

E adesso?
Forse ci siamo creati la nostra nicchia, in cui a modo nostro, stando insieme in associazione, facciamo qualcosa di originale e unico, se non nei contenuti, sicuramente nei modi. Chi fa video per tanto tempo o diventa webstar o inizia a fare film e produzioni commerciali, oppure l’artista di nicchia. La nostra modalità operativa in gruppo, sempre con un marchio e non un singolo, per stare insieme su una passione comune, è davvero NUOVA e ORIGINALE. E preziosa!
E per questo potremmo e dovremmo raccontarla in tutte le platee possibili

Related Post